[sam_zone id=2]

Il CAI adotta il “Sentiero Italia” in Aspromonte

369

Il Club Alpino Italiano “sezione Aspromonte” di Reggio Calabria e L’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, dopo le esperienze degli scorsi anni con il ”catasto sentieri” e con diverse ricerche e pubblicazioni sull’area protetta più meridionale della penisola, rinnovano il loro rapporto  di collaborazione.

La convenzione, firmata dal dottore Tommaso Tedesco, direttore del parco, e dal professore Antonino Falcomatà, presidente del CAI, riguarda la sentieristica. L’iniziativa a favore dei percorsi naturalistici è denominata ”Adotta un sentiero” ed è finalizzata a svolgere azioni di prevenzione e monitoraggio delle condizioni del tracciato, interventi di manutenzione leggera intesa come mantenimento in ottimo stato della segnaletica orizzontale, attività di informazione ed educazione alla corretta fruizione dei sentieri, segnalazione ed assistenza per l’esecuzione di interventi di natura ordinaria e straordinaria per la messa in sicurezza dei tracciati ed altro. Il CAI garantisce che gli operatori sono in possesso delle necessarie condizioni tecniche e pratiche necessarie allo svolgimento delle attività. <<Da questo accordo – auspicano i firmatari della convenzione – dovrà scaturire un percorso di più lungo respiro  che assicuri sempre la fruizione dei sentieri del parco e che riconosca ai due Enti firmatari il giusto ruolo per lo sviluppo e la tutela della montagna aspromontana>>. Il CAI, con questo accordo, si impegna prioritariamente a favorire la percorrenza del ”Sentiero Italia” per complessivi 84 km.

Il CAI, con l’ausilio delle circa 800 sezioni presenti in tutta Italia, si è posto tra gli obiettivi prioritari l’adeguamento graduale  degli oltre 60mila chilometri di propri sentieri a standard uniformi di segnaletica. Tale impegno  ha preso avvio nel 1990 con la individuazione del Sentiero Italia, il trekking più lungo del mondo che attraversa tutto il paese isole comprese, e sta proseguendo pressoché ovunque. In questi anni il CAI ha consolidato il ruolo di riferimento e di consulenza in questo campo e in diverse regioni ne è stato direttamente coinvolto e spesso da protagonista.

In this article