La nostra adesione al Coordinamento contro la centrale a carbone di Saline Joniche, sancita con l’assemblea sezionale del 15 dicembre 2011, nasce dalla peculiarità di un sodalizio fatto di soci che hanno una spiccata sensibilità verso le tante problematiche che investono il territorio. Partendo da questa caratterizzazione e dalla concretezza del nostro impegno, manifestiamo la vicinanza alla nostra socia Noemi Evoli (consigliere del direttivo sezionale), nonchè a Paolo Catanoso e Giuseppe Toscano che risultano essere i 3 attivisti del Coordinamento Associazioni Area Grecanica No Carbone, che gli avvocati della SEI (Società promotrice del progetto della centrale di Saline Joniche) hanno citato a comparire davanti al Tribunale Civile di Reggio Calabria prendendo a pretesto alcuni comunicati stampa e delle vignette di chiaro contenuto satirico. Cogliamo  l’occasione per ribadire la nostra disapprovazione verso  tutte quelle azioni ed opere, come le Centrali a carbone, che mettono a repentaglio le risorse ambientali della nostra terra e ogni tentativo atto a limitare la libertà d’espressione e di critica che colpisce non solo le persone sopracitate ma i cittadini di una terra, in questi termini,  fin troppo repressa.  Saranno certamente le buone ragioni e la liceità delle azioni fino ad ora compiute, difese nelle sedi opportune, ad escludere ogni responsabilità dei convenuti.