Organizzatori/Accompagnatori: ASE Rosalba Tripodo 3496927193 – Maurizio Pitasi

Giovedì 2 dicembre alle ore 21:00 in sede gli organizzatori presenteranno l’escursione.

I NON SOCI sono tenuti OBBLIGATORIAMENTE a presenziare alla presentazione dell’escursione e versare una quota individuale di € 10 per copertura assicurativa e diritti di segreteria.

NB: CHI NON FOSSE PROVVISTO DI GREEN PASS POTRA’ SEGUIRE LA PRESENTAZIONE DELL? ESCURSIONE DA FUORI LA SEDE.

        Informazioni Tecniche

  • Comuni interessati: Motta San Giovanni
  • Cartografia IGM 1:25000 – F-602 Sez. III – Motta San Giovanni
  • Tipologia difficoltà: E
  • Dislivello totale: 590 mt, 295 in salita – 295 in discesa // Quota min.: 394 mt slm – Quota max: 631 mt slm
  • Distanza totale: 4,5 km circa ad anello
  • Tempi di Percorrenza: 5 ore comprese le soste
  • Segnaletica: rosso bianco rosso
  • Acqua: partire provvisti
  • Sentieri interessati: Catasto Sentieri N. 160
  • Partecipanti ammessi: 20 + DdE

        Equipaggiamento obbligatorio:

  • Zaino e copri zaino
  • Scarponi da trekking in gore-tex
  • Abbigliamento a strati (pail-windstopper)
  • Giacca a vento in gore-tex
  • Magliettina interna traspirante
  • Bastoncini da trekking   
  • Cappellino adatto alla stagione
  • Lampada frontale con batterie cariche
  • Telo termico di sopravvivenza
  • Occhiali da sole
  • Crema solare
  • Alimenti energetici digeribili (biscotti, frutta, barrette ecc.)
  • Borraccia
  • Sacchetto per rifiuti
  • Accessori di uso personale
  • Pranzo a sacco
  • Portare un ricambio da lasciare sulle auto

Ogni partecipante deve essere in possesso di mascherina, guanti in lattice, gel igienizzante e quant’altrodisposto in termini di sicurezza e mantenere la distanza di sicurezza, pena l’esclusione dall’escursione.

Appuntamenti:

ore 8:20 parcheggio Viale Europa (nei pressi sede CAI)

ore 9:00 piazzetta a Paterriti

Come arrivare:

Da Reggio Calabria prendere la SS106 Ionica direzione Taranto, uscire allo svincolo di San Gregorio e proseguire per Croce Valanidi-Oliveto, dopo circa 3,5 km prima di arrivare ad Oliveto prendere la strada a Dx verso la fiumara Valanidi, attraversare il ponte nuovo e proseguire altri 7 km circa fino a Paterriti.

Prologo:

     Domenica prossima visiteremo la fortezza di San Niceto, nel comune di Motta San Giovanni, nota come unico esempio di fortezza bizantina dell’Italia meridionale che si conserva ancora in discreto statodi conservazione.

Paertiremo dal paese di Paterriti, e percorrendo sterrate e antiche mulattiere acciottolate, contornate da vetusti ulivi secolari, culmineremo la nostra escursione con la visita al castello, che è circondato da campi con panorami fiabeschi sullo stretto di Messina, ed abbracciato dall’Etna fumante e imbiancata,.

Descrizione dell’itinerario:

    Lasciate le macchine nella piazza del paese inizierà il nostro percorso percorrendo un ambiente agreste di querce ed ulivi con coltivi delimitati da muretti a secco mentre il panorama si va aprendo sullo Stretto di Messina. Proseguendo lungo il sentiero n.160, prima di arrivare al castello si potranno osservare alcune antiche casette rurali e prima di intraprendere il sentiero che sale al castello, vi sono i ruderi della chiesa bizantina della SS. Annunziata del 1300 dove, tra i resti si può notare a terra l’abside capovolta con tracce appena leggibili del volto del Cristo Pantocratore (oggi in fase di restauro).

     Il Castello di S. Niceto, di origine bizantina, che dalla sua posizione dominante controllava un ampio tratto di costa, costruito con imponenti mura di cinta da ogni lato eccetto quello di sudovest crollato in seguito al terremoto del 1783, aveva il compito, insieme all’altra fortificazione di Motta S. Agata, di difendere la città di Reggio dalle incursioni arabe nel secolo X e XI.

     Dopo aver consumato il pranzo a sacco, si farà il rientro percorrendo una sterrata in mezzo ai campi fino al paese di Paterriti.

     Il comportamento dei partecipanti, durante l’intero svolgimento dell’escursione, dovrà essere rispettoso della natura evitando di lasciare alcunché lungo il percorso compreso i cosiddetti rifiuti “biodegradabili”.

Gli organizzatori-accompagnatori si riservano di annullare o di variare il percorso dell’escursione anche il giorno stesso prima della partenza o durante l’escursione se le condizioni meteo e/o di sicurezza saranno tali da non poter garantire l’incolumità dei partecipanti.

Si fa notare che per lo spostamento e trasporto delle persone valgono le regole generali in vigore per la prevenzione relativa al COVID 19.

In adempimento delle attuali regole sanitarie, la sezione attua i protocolli di prevenzione emanati dal DPCM in vigore adeguandosi alle direttive del CAI Nazionale.  Sarà pertanto accettata l’iscrizione di un massimo di 20 partecipanti, dopo che avranno preso visione e accettato i Protocolli del CAI.

Con l’adesione all’escursione il partecipante dà il proprio consenso ad essere ritratto e alla pubblicazione di eventuali foto scattate durante l’escursione, dichiara inoltre di aver letto attentamente i contenuti informativi dettati nella presente scheda.

Reggio Calabria, 29 novembre 2021                                                          Gli Organizzatori

                                                                                                             Rosalba Tripodo – Maurizio Pitasi