Organizzatore/Accompagnatore: Giovanni Nicolò 340.9799207

in collaborazione: Alfio Emanuele CAI Siracusa.

DOWNLOAD scheda Escursione Cassibile

La riserva naturale orientata Cavagrande del Cassibile è un’area naturale protetta situata nei comuni di Avola, Noto e Siracusa, in provincia di Siracusa. La riserva è stata istituita nel 1990 (D.A. del 13 luglio), gestita dall’Azienda Foreste Demaniali della Regione Siciliana; ne è prevista l’inclusione nell’area del Parco Nazionale degli Iblei, attualmente in fase di elaborazione. La Riserva è nata con lo scopo di preservare le diverse ricchezze del suo territorio sia dal punto di vista naturalistico-paesaggistico sia sotto il profilo archeologico ed antropologico, visto che tutta la zona è stata abitata nel corso dei millenni e ne sono rimaste notevoli testimonianze in tombe e reperti. La Riserva si estende per 2700,00 ettari, 900 ha nella zona A (riserva) e 1860,00 ha nella zona B (preriserva) ed è caratterizzata dal corso del fiume Cassibile, l’antico Kakyparis greco, che le dà nome e che l’ha creata nel corso dei millenni scavando profonde gole o canyon a diverse profondità che toccano il massimo di 507 m nella zona belvedere di Avola antica; anche il luogo con l’ampiezza massima di queste (altrove strettissime) gole è situato nella stessa zona di Avola antica e misura un’estensione di 1200 metri di larghezza. Nel fondovalle si è formato un sistema di piccole cascate e laghetti (chiamati localmente uruvi), fonte di refrigerio estivo per i suoi numerosissimi frequentatori, al quale si accede per un’antica e suggestiva scala nota come La Scala Cruci. (fonte Wikipedia)

Appuntamenti:

Venerdi 13 maggio 2022: Villa San Giovanni, imbarco caronte ore 16:00/16:40

Sabato 14 maggio 2022: AVOLA uscita autostrada ore 8:20 (necessario imbarco caronte max ore 6:00)

Equipaggiamento obbligatorio:

Zaino e copri zaino, Scarponi da trekking in gore-tex, Abbigliamento a strati adatto alla stagione, Bastoncini da trekking, casco, lampada frontale, telo termico.

Pranzo a sacco, accessori ad uso personale, sacchetto rifiuti.

Sabato 14 maggio

Informazioni tecniche

Comuni interessati: Avola (SR)

Tipologia difficoltà: E

Percorso: ad anello, in parte non segnalato

Dislivello totale: mt 700 (mt 350 salita e 350 discesa)

Distanza e tempi di percorrenza: km 7 e circa 9 h compreso soste

acqua: partire forniti 2 lt

– Gruppo Dieri, soci esperti

Tipologia difficoltà: EE

Dislivello totale: 1100 (mt 550 salita e mt 550 discesa)

Lunghezza percorso: 10 km

Tempi di Percorrenza: 9 h compreso soste

 

Descrizione itinerario:

1)Partenza ore 9:00 da Località CARRUBELLA e si prosegue in cresta verso nord fino ad incrociare la SCALA BIZANTINA si scende sul sentiero di mezza costa e si continua sullo stesso per poi scendere direzione FOSSO CALCAGNO con arrivo previsto ore 11:30 breve sosta (in attesa del gruppo Dieri), Si riparte ore 12:00 direzione Laghetti Principali, con arrivo previsto ore 14:00.

2) Gruppo DIERI e Grotta dei Briganti – Escursione particolarmente impegnativa, per il dislivello da colmare in breve tratto, con notevole pendenza e i molti punti esposti in cui bisogna procedere in semiarrampicata e per il terreno impervio. Sono richiesti buon allenamento ed esperienza nel camminare in montagna. Il gruppo dovrà essere fornito di casco, dal sentiero di mezza costa, raggiunta la base del complesso rupestre, si sale quasi in modo verticale verso i DIERI con visita alla grotta dei vasi e passaggio in orizzontale per raggiungere la parte sommitale del sito con vista sulla cava grande,

3) Discesa e ricongiunzione con il gruppo a fosso calcagno. Si riparte con il gruppo per un breve tratto e poi si risale sul versante opposto sempre quasi in modo verticale senza sentiero verso la Grotta dei Briganti, ore 14:30 ricongiunzione con il gruppo ai laghetti principali.

Alle ore 16:00 si inizia la risalita per località Carrubella tramite Scala Croce, con arrivo previsto ore 17:30. Rientro a Siracusa previsto ore 18:30.

domenica 15 maggio

Partenza da Siracusa ore 8:00/8:15 arrivo in località Sortino Fusco ore 9:15

Valle dell’Anapo, Necropoli di Pantalica – Villaggi Bizantini di S. Nicolicchio e Filiporto con i relativi Oratori rupestri (ad anello).

Ancora prima della colonizzazione greca, la Sicilia sud-orientale era abitata, ora sulle piane costiere ora sulle impervie montagne, da diverse popolazioni (Sicani e Siculi), come testimoniano gli imponenti resti archeologici tuttora visibili e la vasta necropoli di tombe a grotticelle artificiali scavate nelle ripide pareti delle valli dei fiumi Anapo e Calcinara

Informazioni tecniche

Comune: Sortino (SR)

Tipologia difficoltà: T/E

Dislivello totale: 450

Lunghezza percorso: 12 km

Tempi di Percorrenza: 6 h compreso soste

Acqua: partire forniti 2 litri

Descrizione itinerario:

Partenza ore 9:30 dall’ingresso di Sortino Fusco, si percorre lo sterrato quasi in piano e per circa 4 km fino alla Stazione di Pantalica (una vecchia stazione ferroviaria, linea Siracusa-Vizzini) costeggiando il fiume Anapo.

Si sale per circa 1 Km con dislivello di 150 m. fino al villaggio bizantino di Filiporto, arrivo previsto ore 12:00, pranzo a sacco e ripartenza percorrendo un sentiero di mezza costa in direzione del villaggio Bizantino di S. Nicolicchio, poi dopo un breve tratto di asfalto che costeggia il villaggio della Cavetta si arriverà alla grotta Trovata e si scenderà verso la necropoli nord di Pantalica in confluenza del fiume Anapo con il fiume Calcinara, dove si potrà fare anche un breve bagno. Infine si prosegue in direzione della Grotta dei Pipistrelli e si riscenderà nella valle dell’Anapo per raggiungere l’ingresso di Sortino-Fusco.

L’orario previsto di arrivo alle macchine è intorno alle ore 17:30-18:00.

                                                                                                                                    L’ Organizzatore

                                                                                                                                       Gianni Nicolò