Con questa escursione avremo l’ opportunità di conoscere i ruderi dell’abbazia bizantina dell’Alica, posta in una solitaria vallata tra i paesi di Pietrapennata e di Staiti. Del monastero, risalente al XII secolo sono visibili i resti della facciata, dei muri perimetrali e del campanile, di forma cuspidale. La scultura marmorea, opera dello scultore siciliano Antonello Gagini rappresentante la Madonna col Bambino, che un tempo si trovava nell’abbazia, è ora custodita nella chiesa dello Spirito Santo al centro del borgo di Pietrapennata, unitamente alla campana ed altri manufatti di importanza storico-artistica, come una scultura raffigurante la Madonna Immacolata, di pregevole fattura ma che purtroppo reca su di sè ben visibili i segni del tempo che passa.

Un posto ideale per godere di panorami che spaziano dal mare alla montagna, fino ad arrivare ai ruderi della chiesa della Madonna dell’Alica, attraversando boschi di leccio, che l’inglese Edward Lear nel “Diario di un viaggio a piedi”, scritto (ed illustrato) durante il suo Grand Tour, che lo portò a visitare i nostri territori nel 1847 ne descrisse così il panorama: ”…Spaccature isolate e straordinarie! Il leccio pendente e la quercia! L’ampiezza e la profondità del più fitto bosco! Tenue e leggiadre linee all’orizzonte con la distesa azzurra del mare e le lunghe pianure del lato orientale dell’Italia!…”

Giovedì 7 ottobre alle ore 21:00 in sede gli organizzatori presenteranno l’escursione.

 I NON SOCI sono tenuti OBBLIGATORIAMENTE a presenziare alla presentazione dell’escursione e versare una quota individuale di € 10 per copertura assicurativa e diritti di segreteria.

NB chi non fosse provvisto di green pass potrà assistere alla presentazione dall’ esterno della sede.

Gli organizzatori-accompagnatori si riservano di annullare o di variare il percorso dell’escursione anche il giorno stesso prima della partenza o durante l’escursione se le condizioni meteo e/o di sicurezza saranno tali da non poter garantire l’incolumità dei partecipanti. 

Si fa notare che per lo spostamento e trasporto delle persone valgono le regole generali in vigore per la prevenzione relativa al COVID 19.

In adempimento delle attuali regole sanitarie, la sezione attua i protocolli di prevenzione emanati dal DPCM in vigore adeguandosi alle direttive del CAI Nazionale.  Sarà pertanto accettata l’iscrizione di un massimo di 20 SOCI, dopo che avranno preso visione e accettato i Protocolli del CAI.

SCHEDA escursione 10 ottobre_Alica