Facendo seguito alle disposizioni pubblicate nei giorni scorsi si conferma la sospensione delle attività in coerenza con i più recenti provvedimenti delle Autorità di sanità pubblica e in piena aderenza a quei principi di responsabilità sociale, in linea con quanto specificatamente indicato dal DPCM del 1 marzo.