L’itinerario che faremo domenica ci porterà a camminare in uno dei borghi più interessanti del nostro hinterland cittadino, Ortì, il cui nome deriverebbe dal greco antico “orthos” ossia corretto, vero. Il paese è edificato ai piedi di Monte Chiarello, ad un’altitudine di circa 650 metri sul livello del mare e per la sua particolare posizione è stato definito da Mons. Ferro, arcivescovo di Reggio Calabria dal 1950 al 1977, un vero e proprio “balcone sullo Stretto”.

[su_custom_gallery source=”media: 12581″ link=”lightbox” target=”blank” width=”200″ height=”200″ title=”always”]

Ortì-via lia con legambiente 14 aprile