Giovedì 27 gennaio riprendono le conferenze del CAI

459

Riprendono le conferenze del Club Alpino Italiano. Sempre sensibile agli approfondimenti culturali ed a una conoscenza più ampia possibile del nostro territorio, la sezione Aspromonte ha previsto anche per il 2011 un ciclo di conferenze con cadenza mensile che offrirà a soci e a chiunque vorrà partecipare la possibilità di apprendere temi ed argomenti di sicuro interesse.
La prima conferenza si terrà giovedì 27 gennaio alle ore 21 presso la sede del CAI in via San Francesco di Paola, 106 sul tema “Il ruolo delle associazioni di volontariato a Reggio Calabria” a cura del dr. Mario Nasone Presidente Centro Servizi Volontariato dei Due Mari.
Laureato in Servizio Sociale ha seguito master, corsi e momenti formativi nelle discipline giuridiche, sociologiche, antropologiche e professionali del servizio sociale. Docente in numerosi corsi è autore di decine di pubblicazioni nel settore. Responsabile di numerosi progetti nel campo delle problematiche giovanili. Direttore del Centro Servizio Sociale per Adulti del Ministero della Giustizia Dipartimento Amministrazione Penitenziaria.
Il volontariato si caratterizza da un lato, come un grande capitale sociale che  offre risposte a tante forme di fragilità della nostra società, ma che nel contempo corre alcuni rischi che possono vanificare il suo ruolo.
Tra questi il più grave è certamente quello di essere appiattito solo sulla gestione dei servizi riducendolo ad un soggetto esclusivamente gestore di attività e non anche e, soprattutto, attore e produttore di rappresentanza dei bisogni delle persone e delle comunità.
Da questo rischio se ne  può uscire solo con l’assunzione da parte del volontariato di una identità specifica che lo diversifica nei confronti delle altre componenti del  terzo settore che sono vere e proprie imprese sociali che si basano sul lavoro retribuito.
In particolare si registra una  difficoltà del volontariato a costruire reti di rappresentanza sia per ambiti tematici e territoriali e sia nell’integrazione dei livelli orizzontali (i territori) e i livelli verticali (le grandi reti nazionali).
Sono queste altrettante sfide anche per  il volontariato reggino che ha una grande tradizione dietro le spalle, ma anche una grande responsabilità.
In particolare le ha  il CSV www.csvreggiocalabria.it , che ha il compito  di indirizzare e gestire le proprie  risorse in modo intelligente  per lo sviluppo del volontariato e per  fare crescere la cultura della solidarietà.
Il volontario oggi è chiamato a svolgere funzioni integrative e non sostitutive dell’intervento pubblico. Azioni  che richiedono comunque  competenze e capacità che vanno ben al di là della buona volontà.

In this article