Prevenzione incidenti fiumara Amendolea: comunicazione del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico – Stazione Alpina Aspromonte

510

Riceviamo e immediatamente pubblichiamo il seguente comunicato del Capo Stazione Alpina Aspromonte del C.N.S.A.S. in relazione alle operazioni tecniche in atto presso la Diga del Menta riguardanti l’aumento di portata del corso d’acqua con particolare riguardo al tratto Diga sul Menta-Cascate di Maesano ma anche ai tratti a valle delle stesse.

In riferimento alle attività escursionistiche di questo periodo estivo ricadenti nel comprensorio della diga sul Menta e delle cascate Maesano è bene evidenziare che, a causa delle attività tecniche di normale gestione, manutenzione  e collaudo generale dell’opera, si potrà constatare – rispetto ai mesi precedenti – l’aumento del livello dell’acqua in alveo lungo tutta l’asta del fiume, comprese le cascate Linna e Castanò site in zona Santa Trada, la situazione va normalizzandosi nel tratto Roghudi Vecchio – Amendolea.
In particolare questo fenomeno sarà più marcato in concomitanza con la graduale apertura delle paratie di monte e con il susseguente aumento della portata.
In ogni caso, lungo tutto il percorso e nei punti critici ci sono dei chiari cartelli di avviso multilingue, inoltre è presente un sistema di avviso sonoro (sirene) che segnala ogni apertura delle paratie. Sottolineiamo che – a volte –  a causa delle particolari condizioni del vento ed in alcuni punti delle gole, non si riesce a percepirne il suono ( a questo inconveniente ci stanno già lavorando i responsabili dell’impianto con il potenziamento degli altoparlanti). A tal proposito, prima di intraprendere una escursione in zona Amendolea-Menta e comunque a valle della Diga soprattutto in zone con gole o in prossimità di salti e cascate, è bene sostare presso la struttura di controllo della stessa e chiedere informazioni aggiornate al personale in servizio e comunque segnalare la propria presenza.

Capo Stazione Alpina Aspromonte
Giuseppe TROVATO

In this article