SENTIERI DELLA MEMORIA … PER RICORDARE

805

Il 22 luglio 2016 il CAI, come ormai avviene da alcuni anni, aderisce a “I Sentieri della Memoria”, la marcia promossa dall’Associazione Libera, fino a Pietra Cappa, nel cuore dell’Aspromonte, per ricordare Lollò Cartisano e tutte le vittime innocenti della ‘ndrangheta. Dal 2003 il sentiero traccia il percorso di chi non vuole dimenticare, ripercorrendo i passi che un pentito descrisse nei dettagli per permettere alle forze dell’ordine di trovare le spoglie del fotografo di Bovalino, sequestrato il 22 luglio 1993. 
Un doveroso omaggio ed un commosso ricordo a quanti, sui sentieri che ora gioiosamente percorriamo, hanno camminato bendati, incatenati, sono stati trascinati come bestie. Un pensiero alle vittime dei sequestri (circa 200) per le quali luoghi come Pietra Cappa, tra i più suggestivi dell’Aspromonte, sono stati una prigione e per alcuni sono divenuti la propria tomba. 
Sono tante le associazioni che vi aderiscono ma il CAI Sezione Aspromonte ha un motivo particolare per parteciparvi. Proprio negli anni bui e tragici dei sequestri i nostri soci “scoprirono” l’Aspromonte ed il camminare, segnare sentieri, organizzare trekking divenne il nostro piccolo contributo per riportare la legalità in questa montagna, il tentativo di offrire uno sviluppo durevole e pulito al nostro territorio ed ai giovani che hanno creduto in questa possibilità.
Uno sforzo all’epoca spesso deriso e osteggiato ma che il CAI ha portato avanti con perseveranza e vuole, con questa ed altre iniziative, tenerne viva la memoria. Giovedì 21 in sede si prenderanno gli ultimi accordi per la partecipazione.

scheda foto foto

In this article