Soccorso Alpino: Corso Tecnici di Ricerca

414

Dopo 6 intense giornate di lezioni ed esercitazioni (dal 20 al 22 gennaio scorsi a Lorica e dal 3 al 5 febbraio ad Armo), si è concluso con la simulazione del 05/02/2012 il primo corso per Tecnici di Ricerca del sud Italia. La simulazione che ha visto protagonista anche il presidente della sezione CAI di Reggio Calabria Nino Falcomatà in veste di testimone delle concitate fasi di acquisizione delle informazioni necessarie alla definizione della strategia di ricerca, si è svolta nella splendida cornice della vallata di Sifurio, nei pressi di Armo, da dove partono due sentieri escursionistici. Impegnati 12 corsisti (volontari del Soccorso Alpino provenienti dalle 4 stazioni di soccorso calabrese e dalla Basilicata), una unità cinofila del Soccorso Alpino Siciliano, 13 uomini della Stazione Aspromonte e 3 volontari di protezione civile dei Rangers International. L’obbiettivo è quello di specializzare sempre più i volontari, in questo caso per acquisire la qualifica di Tecnici di Ricerca, figura che supporterà il Coordinatore delle Operazioni di Ricerca (COR) e il Responsabile di Stazione durante le delicate fasi di gestione degli interventi di ricerca, interventi nei quali al Soccorso Alpino spetta il coordinamento in ambienti montani e impervi. Per quanto riguarda l’Aspromonte, chi ha un’anzianità di almeno un anno come socio CAI e vuole entrare a far parte della CNSAS Stazione Aspromonte può fare richiesta al Responsabile di Stazione Vincenzo Repaci; dopo un anno di prova durante il quale parteciperà alle esercitazioni assieme al resto dei volontari, se supererà l’esame conclusivo, diventerà effettivo.

In this article